La nostra storia

Il Circolo di iniziativa Omosessuale TRALALTRO nasce nel 1997 come realtà autonoma, raccogliendo l’eredità del circolo Arcigay di Padova la cui fondazione risale al 1985, quando la sede era ubicata in Riviera Tito Livio. Negli anni la sede è passata in alcuni locali in via Altinate, poi in via Santa Sofia e infine, dal 2006, nella palazzina dell’ex dazio in corso Garibaldi.

Accanto ad iniziative di carattere politico e attività volte alla sensibilizzazione della comunità sulle istanze omosessuali, il Circolo ha posto tra i suoi obiettivi prioritari la promozione di attività culturali e artistiche rivolte alla cittadinanza.

Nel recente passato sono stati invitati a presentare le loro ultime opere diversi autori, tra cui Angelo Pezzana, Daniela Danna, Paola e Giovanni Dall’Orto, Brett Shapiro, Marco Mancassola, Francesco Gnerre, Gilberto Severini e molti altri. Il Circolo ha organizzato inoltre, negli anni, diverse rassegne di cineforum volte ad approfondire il cambiamento della percezione e della rappresentazione dell’omosessualità nella produzione cinematografica nazionale ed internazionale degli ultimi decenni. L’associazione è inoltre promotrice di iniziative culturali, quali mostre d’arte, per promuovere la conoscenza di giovani artisti, con uno sguardo attento alla contemporaneità e alla realtà sociale della città.

Ove si è verificata la possibilità, il Circolo ha contribuito all’organizzazione e alla realizzazione di attività di informazione e dibattito sulle tematiche omosessuali all’interno di scuole medie superiori di Padova e provincia. In special modo, con riferimento alle esigenze di tale fascia di età, è stato realizzato un opuscolo informativo patrocinato dal Progetto Giovani di Padova sulle tematiche inerenti l’orientamento sessuale, volto a fornire informazioni e risposte alle frequenti domande lasciate spesso senza risposta su questo difficile argomento. L’opuscolo è stato ristampato nel 2004 grazie al contributo della Regione Veneto con il titolo di “Be Yourself”.

A partire dall’Aprile 2001 il Circolo Tralaltro è tornato ad affiliarsi all’Arcigay Nazionale ed ha collaborato alla realizzazione del Pride di Verona del 9 giugno. Tale esperienza ha spinto il Tralaltro a farsi promotore di un nuovo Pride Nazionale focalizzato sul Nord-Est e avente come fulcro la città di Padova. Tale progetto, che ha coinvolto le principali associazioni gay / lesbiche / transessuali del Triveneto, ha avuto in programma tre mesi di iniziative itineranti e una settimana di conferenze, spettacoli e feste nella città di Padova, ed è culminato nella grande manifestazione cittadina dell’8 giugno 2002, che ha visto la presenza di oltre 30.000 partecipanti.

Tra i successi del Tralaltro, da notare è il contributo alla stesura e alla successiva approvazione nel Consiglio Comunale di Padova di diverse mozioni in tutela degli omosessuali e delle associazioni che li rappresentano. Una prima mozione è stata approvata il 12 dicembre 2000, mentre nel gennaio 2007 è stata approvato l’atto di istituzione della cosiddetta “anagrafe delle coppie di fatto”, che prevede il rilascio da parte del Comune di un certificato di convivenza per motivi affettivi anche alle coppie omosessuali. Infine il 23 maggio 2011 il Consiglio Comunale ha approvato una mozione che istituisce il “Coordinamento cittadino contro tutte le discriminazioni”.

Numerose sono poi le iniziative degne di note che nel corso degli anni il Circolo ha realizzato sia nella propria sede, attraverso confronti, dibattiti e incontri di approfondimento, sia in diversi spazi della città. In occasione di atti di violenza omofoba avvenuti in città l’associazione si è immediatamente mobilitata organizzando una “passeggiata mano nella mano” per il centro cittadino contro l’omofobia che ha visto la partecipazione di oltre mille persone.

A partire dal 2008 l’associazione sente la necessità di promuovere un momento estivo di incontro, cultura e socializzazione aperto alla città: nasce così il Padova Pride Village, che nel giro di pochi anni diventa appuntamento fisso dell’estate padovana, calamitando ogni anno decine di migliaia di persone. Dal primo anno, con la location dell’ex foro boario di corso Australia, la manifestazione è cresciuta in modo esponenziale con il trasloco negli spazi della Fiera di Padova. Tantissimi sono gli ospiti importanti che si sono esibiti sul palco del Padova Pride Village e tantissimi gli appuntamenti culturali e politici organizzati dal Tralaltro all’interno della manifestazione. Dal 2011 l’iniziativa è co-organizzata da PadovaFiere, con il patrocinio del Comune di Padova, della Provincia di Padova e della Camera di commercio.

Il Circolo ha inoltre dato una forte spinta propulsiva alla promozione di Padova nel circuito turistico gay-friendly, in collaborazione con il Consorzio turistico cittadino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: