sesso e salute salute mts hiv aids

SESSO e SALUTE – risposte sul sesso e salute sessuale

Questa sezione è progettata per rispondere alle tue domande sul sesso e salute sessuale.

Vogliamo parlare del sesso più sicuro tenendo presente che si può provare piacere anche con un occhio alla prevenzione ed è nostra intenzione parlare in modo schietto e diretto.

L’HIV è ad oggi l’infezione a trasmissione sessuale (MTS) più seria, sopratutto per i giovani e in particolar modo per i gay, quindi abbiamo cercato di mettere in questa sezione il maggior numero di informazioni possibili per rispondere alle domande sulle malattie a trasmissione sessuale, ma anche su come vivere una vita sana, felice e divertente perché il sesso è appunto un bel modo di essere felici e di divertirsi.

Se non trovate risposte ad una o più domande su sesso e salute sessuale, o se avete qualsiasi altro commento, potete inviarcelo usando il modulo che trovate in fondo alla pagina.

Nella maggior parte dei casi, quando facciamo sesso con un nuovo partner non abbiamo idea del suo stato sierologico. Purtroppo non abbiamo dati concreti sulla diffusione dell’HIV e in modo specifico nella comunità omosessuale, ma tutto lascia presagire che l’infezione sia parecchio diffusa.

Soprattutto buona parte degli omosessuali italiani non conoscono il loro stato sierologico, non sanno quindi se sono positivi o negativi all’HIV. Segni visibili dello stato sierologico non esistono, quindi puoi tranquillamente scordarti di capire se uno è sieropositivo, né puoi pensare, anche se è “comodo” farlo, che solo un certo “tipo” di gay abbia l’HIV.

L’HIV può contagiare chiunque.

Nei reparti malattie infettive passano giovani, adulti, anziani, studenti, operai, professionisti, medici, militari e così via perché l’HIV non guarda in faccia a nessuno. L’unico modo di evitarlo è fare sesso protetto, l’unico modo per conoscere il proprio stato sierologico è fare il test.

Quanto è rischioso se….

 

Rapporti Orali
Farli

Nel pompino il rischio di contagio da HIV è abbastanza basso, in particolare se prendiamo in considerazione solo il liquido pre-spermatico che, solitamente, non contiene una quantità di virus in grado di superare le difese del cavo orale. Può essere diverso il discorso se il partner ti viene in bocca perché, in questo caso la concentrazione di virus potrebbe essere sufficiente a trasmettere il virus. I casi di sieroconversioni da rapporto orale sono infatti per lo più riconducibili a “incidenti” di questo tipo.

Se ti dovesse capitare non perdere la testa, sputa lo sperma immediatamente, sciacqua la bocca con semplice acqua tiepida, non usare il collutorio e non correre a lavarti i denti per non irritare le gengive o farle sanguinare.

Se il partner che ti è venuto in bocca è sieropositivo o “siero ignoto” dovresti contattare al più presto il centro ospedaliero della tua zona o il telefono verde regionale AIDS e valutare con i medici se iniziare una profilassi postesposizione (PPE).
Benché il rischio sia abbastanza basso, utilizzando un preservativo puoi ridurlo ulteriormente, anche se sappiamo benissimo che ben pochi usano i preservativi per i pompini, nonostante ve ne siano di
sottili, colorati, profumati, pensati espressamente per lo scopo.
Se il rischio relativo all’HIV è abbastanza basso, lo stesso non vale per alcune altre infezioni a trasmissione sessuale che possono passare facilmente le difese del cavo orale, come chlamydia, gonorrea, herpes, sifilide. Esiste inoltre un rischio remoto di contrarre l’epatite B, ma per questa esiste il vaccino che ti consigliamo di fare.

Attenzione: se hai infezioni in bocca o in gola sei più esposto al contagio.

Se usi un preservativo queste MTS possono essere evitate. Se non lo usi ti consigliamo una visita periodica all’ambulatorio MTS.

Riceverli

Non c’è alcun pericolo di contagio da HIV se ricevi un pompino, ma puoi essere esposto ad altre MTS come chlamydia, gonorrea, herpes e sifilide, infezioni che sono molto più contagiose dell’HIV.
Anche in questo caso il rischio è facilmente evitabile usando un preservativo, ma poiché sappiamo che ben in pochi lo fanno, ti consigliamo di sottoporti a periodiche visite di controllo per le infezioni a trasmissione sessuale così da avere una diagnosi precoce in caso di contagio.

Sesso vaginale

Il sesso vaginale non protetto espone a un rischio elevato di contrarre un’infezione da HIV o un’altra infezione sessualmente trasmissibile. Anche solo una breve penetrazione o il sesso vaginale senza eiaculazione sono a rischio. Osservate le regole del safer sex, ovvero penetrazione solo con il preservativo.

Il rischio di contagio esiste anche se la penetrazione è molto breve?

Sì.
Anche una breve penetrazione non protetta del pene nella vagina può dar luogo a un contagio da HIV o da altre infezioni sessualmente trasmissibili.

Il sesso vaginale è pericoloso anche se non si è arrivati all’orgasmo?

Sì.
Il sesso vaginale comporta un rischio anche senza eiaculazione.

Il rischio di contagio esiste anche in un rapporto di coppia stabile?

Sì.
Non importa se siete sposati o meno, in un rapporto stabile si possono verificare delle scappatelle. Chi ha un’avventura o un’amante protegge se stesso e il proprio partner usando sempre il preservativo, che protegge da un contagio da HIV e da altre infezioni sessualmente trasmissibili, anche se non da tutte con la stessa efficacia.

Abbiamo avuto un rapporto sessuale durante le mestruazioni. È pericoloso?

Sì.
In una donna sieropositiva la quantità di virus nel sangue durante le mestruazioni è particolarmente elevata. I rapporti sessuali non protetti (vaginali, orali) durante le mestruazioni espongono pertanto al rischio di contagio da HIV.

Ho infilato solo brevemente le mie dita nella vagina. Devo preoccuparmi?

No.
In questo caso non esiste nessun rischio di contrarre un’infezione da HIV. Tuttavia, se dopo il contatto con la vagina le dita vengono portate alla bocca si possono trasmettere altre infezioni sessualmente trasmissibili.

Posso utilizzare lo stesso preservativo per fare sesso vaginale e anale?

No.
Utilizzate sempre per ogni orifizio (ano, vagina) un nuovo preservativo. Solo così siete protetti nel modo migliore dall’HIV, dalle infezioni sessualmente trasmissibili o dall’epatite C.

 

Sesso Anale

Senza preservativo e lubrificante a base d’acqua è una follia!

La maggior parte delle persone, omosessuali ed eterosessuali ha preso l’HIV scopando senza preservativo, con eiaculazione interna. Vediamo come mai.

Per il partner passivo:

le mucose del retto hanno tra l’altro la funzione di passare determinate sostanze al corpo, per esempio i liquidi. È questo, infatti, il motivo per il cui alcuni farmaci vengono somministrati sotto forma di supposte da introdurre nell’ano: si tratta di un’efficiente forma per immettere delle sostanze nel circolo sanguigno; questo purtroppo vale anche per i virus HIV.

Per il partner attivo:

nel retto di un uomo HIV positivo sono presenti dei secreti (liquidi) che contengono il virus HIV.
Con il sesso anale, può verificarsi un contagio del partner attivo, perché anche le mucose del pene (prepuzio, glande, uretra) sono delle sensibili vie d’accesso all’HIV. Inoltre, il sesso anale induce quasi sempre delle piccole lesioni alle mucose del retto. Tali lesioni possono sanguinare e favorire così ulteriormente la trasmissione dei virus al partner. E’ appunto per ridurre al massimo queste lesioni che è importantissimo l’uso del lubrificante nei rapporti anali.
Il rischio di un contagio HIV è pertanto estremamente elevato nel sesso penetrativo anale senza preservativo e gel lubrificante. Per entrambi i partner, a prescindere dai ruoli sessuali, c’è inoltre un altissimo rischio di contrarre molte altre infezioni a trasmissione sessuale, alcune anche molto serie, come epatite B, sifilide, gonorrea, herpes, ecc.

Per approfondimenti rimandiamo a casserosalute.it e a salutegay.it da cui sono tratti anche molti dei contenuti utilizzati in questa sezione

Per qualsiasi commento o domanda su sesso e salute sessuale, potete usare il modulo qui sotto, scrivendo e cliccando sul tasto “Invia un commento”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: