the circle Stefan Haupt

Arcigay, Eventi, Padova Pride Village

The Circle – PROIEZIONE

10 Ago , 2015  

the circle Stefan HauptSABATO, 29 AGOSTO al Padova Pride Village proiezione di The Circle di Stefan Haupt con sottotitoli in italiano
Il film, attraverso la decennale storia d’amore di due uomini, scopre l’affascinante universo di una delle prime comunità di liberazione gay. The Circle era il nome di un’organizzazione clandestina nata a Zurigo nei primi anni ’40 che aveva come principale obiettivo la sopravvivenza al regime nazista e poi la lotta per la conquista dei diritti degli omosessuali. In corsa per la Svizzera agli Oscar 2015 come Miglior Film Straniero. Vincitore nel 2014 del Teddy a Berlino, del Torino Gay&Lesbian Film Fest e dell’Outfest di Los Angeles.

Robi Rapp e Ernst Ostertag si incontrano tramite la rivista omosessuale The Circle e il suo club gay che ha sede a Zurigo dagli anni ’40. Sebbene all’epoca l’omosessualità sia legale in Svizzera (contrariamente alla Germania), non è ancora del tutto tollerata, e nel diventare il primo luogo di ritrovo omosessuale, The Circle diventa anche il baluardo della difesa dei dirittti e della cultura gay.

Quando Ernst, insegnante, si innamora perdutamente di Robi, parrucchiere di giorno e travestito di notte, un’ondata di crimini omofobici si abatte su Zurigo ed Ernst è sospettato dalla polizia. Un clima di paura si instaura nella comunità e questa paranoia dà vita a profondi cambiamenti all’interno dell’associazione che dovrà la sua sopravvivenza soprattutto all’energia dei più giovani come Robi ed Ernst. I due uomini non si lasceranno più fino all’ufficializzazione della loro unione negli anni ’90, quando diventeranno la prima coppia omosessuale svizzera legalmente sposata.

Attraverso le testimonianze precise dei due uomini che inframezzano la narrazione, Stefan Haupt ci racconta una storia d’amore universale che il regista ricostruisce in gran parte con attori e una sceneggiatura. Questo procedimento non sempre giova al genere documentario, ma The Circle riesce a distinguersi grazie all’ottimo lavoro della scenografa Karin Gienzendanner e alla qualità degli interpreti, Matthias Hungerbuehler (Ernst) e Sven Schelker (Robi) in testa.

Il film ha anche il vantaggio di raccontarci una parte sconosciuta della storia e di mettere in risalto un simbolo della libertà culturale e sessuale che ha ispirato molti. Due protagonisti di questo movimento sono ancora attivi (e innamorati) oggi, e sia la loro testimonianza che il loro esempio meritavano di essere raccontati come un bell’omaggio che emozionerà tanti.

Vedi “The Circle” su cineuropa.org

, , , , , , , , , , ,



I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: