HAI DELLE DOMANDE?

13 + 1 =

Nessun evento trovato!
Articolo scritto il 29 Marzo 2020

Ricordiamo ai nostri soci che lo sportello di supporto psicologico del Tralaltro offre la possibilità di un punto di ascolto specialistico, gratuito, di consultazione e sostegno psicologico, della durata variabile da uno a tre incontri, a seconda della situazione. La modalità, in questo periodo, sarà quella dell’incontro online.

Per richiedere un incontro è possibile inviare una e-mail a ascolto@tralaltro.it, indicando brevemente la propria richiesta e lasciando un recapito telefonico e contatto Skype.

L’emergenza legata al nuovo Coronavirus (CoVid-19) sta esercitando un forte impatto nella quotidianità di molte persone. Nel giro di poche settimane ha portato con sé numerosi cambiamenti, non scelti e quasi sempre imposti, nelle abitudini personali, familiari, relazionali, lavorative di molti. 

Questi cambiamenti si inseriscono in un clima generale di allarme e preoccupazione. Ci si trova a fronteggiare una situazione nuova, inaspettata e caratterizzata da elevata incertezza, accentuata da un bombardamento di informazioni tra loro contrastanti e non sempre verificabili (quel fenomeno che è stato definito come “infodemia”) e da un instabile mutare delle procedure di contenimento dell’emergenza. 

Le norme di distanziamento sociale possono portare al venire meno delle reti relazionali e associative di riferimento, con conseguente rischio di isolamento. Viceversa, situazioni di convivenza forzata, possono a loro volta rappresentare un ulteriore fattore di stress e di vulnerabilità. 

In tali condizioni, è possibile avere la sensazione di sentirsi preda dell’ansia, di non riuscire a fronteggiare la situazione e di sentirsi sopraffatti dagli eventi. D’altra parte, trattandosi di uno stress spesso condiviso, parlarne in famiglia o con gli amici può diventare occasione di conflitto o di tensioni, rischiando di creare un ulteriore circolo vizioso della tensione e dell’ansia. 

In tal senso, la possibilità di confrontarsi con una persona terza ed esterna, avere la possibilità di condividere il proprio malessere o la propria preoccupazione all’interno di uno spazio neutro di ascolto e confronto, può rappresentare una risorsa per affrontare questo periodo. 

Segnaliamo a tal proposito che un gruppo di ricercatori dell’Università degli Studi di Padova ha sviluppato un questionario, totalmente anonimo, della durata di 15 minuti, sull’impatto psicologico dell’emergenza Coronavirus. Per chi volesse partecipare alla ricerca e condividerla con i propri contatti, il link al questionario è il seguente: https://forms.gle/ob74yQCyC1VMEDqh6

Maggiori saranno le risposte, migliore sarà la comprensione del fenomeno.

Alleghiamo, infine, un breve testo sviluppato dall’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi del Veneto, con delle semplici indicazioni per la gestione dello stress in situazioni di emergenza.

Il responsabile dello Sportello

Dott. Luca Flesia

HAI DELLE DOMANDE?

3 + 1 =