Seleziona una pagina

locandina

Verso la legge contro l’omofobia e la transfobia: profili di diritto penale e costituzionale”

 

Arcigay nazionale e Articolo 29, realtà scientifica di livello nazionale che unisce i maggiori studiosi in materia lgbt in Italia, assieme al comitato Arcigay Torino Ottavio Mai, hanno organizzato il convegno “Verso la legge contro l’omofobia e la transfobia: profili di diritto penale e costituzionale” che si terrà venerdì 11 aprile 2014 presso l’Università di giurisprudenza Torino, Aula E1,  Campus Einaudi, Lungo Dora Siena 100 alle ore 15. Il convegno segue temporalmente l’iniziativa formativa iniziata a Ferrara il sei dicembre 2013, avente come relatori il prof. Andrea Pugiotto e il prof. Emilio Dolcini, e si inserisce in una road map di convegni che toccheranno anche le città di Napoli e Roma.
Ospiti del Convegno torinese come relatori saranno il prof. Massimo Cavino, Professore di Diritto costituzionale presso l’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, il prof. Luca Imarisio, Professore di Diritto costituzionale e parlamentare presso l’Università di Torino, l’avv. Luca Morassutto del Foro di Ferrara, delegato nazionale Arcigay per le questioni legate all’omofobia e alla transfobia e responsabile della road map di convegni.

Lo scopo finale di questo importante evento formativo, per il quale è già giunto il plauso della Presidenza della Repubblica, è quello di far esprimere i più grandi costituzionalisti e penalisti italiani in merito alla legge contro l’omofobia e la transfobia. L’Ordine degli avvocati di Torino ha concesso all’evento 3 crediti formativi per i partecipanti.

Il convegno gode del patrocinio dell’Unar, del comune di Torino, della Provincia di Torino, in collaborazione con l’Università degli studi di Torino e il Coordinamento Torino Pride.

Restiamo in Contatto

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere aggiornamenti, promozioni e tutte le news sulle iniziative LGBTI a Padova.

Grazie! Ora riverai aggiornamenti regolari sulle nostre attività! Cerchiamo di evitare l'invio eccessivo di messaggi e gli invii multipli.

Share This